News

News

Unabhängige Testergebnisse von Imker Oliver Smith aus Neuseeland

Varroa mite counts in Beehive 198

Date

Day

Time

 

 

Mite count

Collection period (hours)

Mites per hour

11.08.17

Sugar Shake Test – 250ml of bees

60

16.08.2017

 

5.00pm

Fitted collection tray.

Checked hive. Lots DWV. Some sacbrood, half moon & chalkbrood. 7 frames bees

17.08.2017

1

5.30pm

 

 

28

24,5

1,14

Added ultrasonic repeller to Technoset roof. No top feeder

18.08.2017

2

7.30pm

 

 

24

26

0,92

19.08.2017

3

7.30pm

 

 

33

24

1,38

20.08.2017

4

6.00pm

 

 

35

22,5

1,56

21.08.2017

5

5.00pm

 

 

44

23

1,91

22.08.2017

6

5.00pm

 

 

42

24

1,75

Checked hive. Lots DWV but maintaining its bees numbers. Queen laying OK

23.08.2017

7

9.00pm

 

 

81

27

3,00

24.08.2017

8

5.30pm

 

 

67

20,5

3,27

25.08.2017

9

6.00pm

 

 

54

24,5

2,20

Checked hive. Doing OK, 7,5 frames bees.Fed light syrup. Changed Battery

The 2.2A/Hr battery had got down to 9.3v

26.08.2017

10

4.30pm

 

 

62

22,5

2,76

27.08.2017

11

6.00pm

 

 

110

25,5

4,31

28.08.2017

12

6.00pm

 

 

62

24

2,58

29.08.2017

13

6.00pm

 

 

64

24

2,67

30.08.2017

14

9.30pm

 

 

61

27,5

2,22

Noticed repeller not working. Brushed Mineral Oil around edges of tray.

31.08.2017 Checked hive. Repeller had dropped onto frames. Replaced battery.

Bees looking good. The 2.2A/Hr battery had got down to 12.3v

31.08.2017

15

5.30pm

 

 

60

20

3,00

01.09.2017

16

4.30pm

 

 

41

23

1,78

02.09.2017

Repeller had dropped onto the frames. Secured to roof with bracket.

02.09.2017

17

4.00pm

 

 

75

23,5

3,19

03.09.2017

18

5.30pm

 

 

85

25,5

3,33

04.09.2017

19

5.00pm

 

 

67

23,5

2,85

05.09.2017

20

4.3pm

 

 

81

23,5

3,45

06.09.2017

21

10.30pm

Sugar Shake Test – 250m

36

 

06.09.2017

Replaced battery, was down to 12.25v. Fed 3 litres light syrup.

06.09.2017

21

4.30pm

 

 

70

24

2,92

07.09.2017

22

5.30

 

 

121

25

4,84

08.09.2017

23

8.30pm

 

 

126

27

4,67

09.09.2017

24

5.30

 

 

94

21

4,48

10.09.2017

25

6.00pm

 

 

191

24,5

7,80

11.09.2017

Checked hive. Had no sacbrood, half moon & chalkbrood. A few bees

with DWV but most all good. Had a queen cell with an egg. 8 frames bees. Fed.

11.09.2017

26

5.00pm

 

 

134

23

5,83

12.09.2017

27

6.00pm

 

 

142

25

5,68

13.09.2017

28

5.00pm

 

 

98

23

4,26

14.09.2017

29

6.00pm

 

 

158

25

6,32

15.09.2017

30

5.30pm

 

 

101

23,5

4,30

16.09.2017

31

5.30pm

 

 

92

24

3,83

17.09.2017

32

5.30

 

 

77

24

3,21

18.09.2017

33

5.00pm

 

 

152

23,5

6,47

19.09.2017

34

2.30pm

Sugar Shake Test – 250ml

11

 

19.09.2017

34

Changed battery. Was still at 12.2v.

19.09.2017

34

5.30pm

 

 

127

24,5

5,18

20.09.2017

35

8.30pm

 

 

128

27

4,74

21.09.2017

36

5.30pm

 

 

137

21

6,52

22.09.2017

37

4.00pm

 

 

172

22,5

7,64

22.09.2017

37

Check hive. 8.5 frames bees. Lots of Varroa in Drone cells.

23.09.2017

38

6.00pm

 

 

188

26

7,23

23.09.2017

38

Adjust clocks for Daylight Saving time.

24.09.2017

39

6.00pm

 

 

220

23

9,57

25.09.2017

40

4.30pm

 

 

160

22,5

7,11

26.09.2017

41

 

 

 

 

 

 

27.09.2017

42

 

 

 

 

 

 

28.09.2017

43

 

 

 

 

 

 

29.09.2017

44

 

 

 

 

 

 

30.09.2017

45

 

 

 

 

 

 

01.10.2017

46

 

 

 

 

 

 

02.10.2017

47

 

 

 

 

 

 

03.10.2017

48

 

 

 

 

 

 

04.10.2017

49

 

 

 

 

 

 

05.10.2017

50

 

 

 

 

 

 

Bewertung durch Imkermeister Rainer Krüger:

Diese Ergebnisse decken sich auch mit den anderen Testergebnissen

 

3864 Milben gefallen (ohne Milben aus Test) 107 Milben

Im Zuckertest zu Beginn 60 Milben

Nach 34 Tagen 11 Milben

Ergibt einen Wirkungsgrad von 88,40%

 

Lebende Varroa (alte Milben) in der Brut ist normal, da diese in der Brut in einem geschützten Raum sind.

Wir haben ca. 55 Dezibel Schall in der Zelle, was für die weiße Milbe ausreichend ist.

Sie sterben ab und die Vermehrung ist unterbrochen.

Für die Alt-Varroa reicht dies nicht aus. Die Alt-Varroa benötigt min. 80 Dezibel Schalldruck.

Dann stirbt sie nach 5-10 Tagen.

Da die Alt-Milbe 3-4mal (selten 5mals) immer wieder in eine neue Zelle kann, muss das Varroa-Sound-Gerät 40-45 Tage auf dem Volk verbleiben. Das ergibt einen Wirkungsgrad von ca. 85-95%, je nach Bienendichte.

Bei zu viel Restmilben, das Varroa-Sound-Gerät ein zweites mal aufbringen.

Das erhöht den gesamten Wirkungsgrad auf ca. 95%.

 

Mit freundlichen Grüßen

Imkermeister Rainer Krüger

 

Review by beekeeper Rainer Krüger:

These results are also consistent with the other test results

 

3864 mites fallen (without mites from the test) 107 mites

In the sugar Test at the beginning 60 mites

After 34 days 11 mites

Given an efficiency of 88.40%

 

Living Varroa (old mites) in the brood is normal as there are present in the brood in one protected space.

We have about 55 decibels sound in the cell, which is sufficient for the white mite.

These die and multiplication is interrupted.

This is not enough for the Old-Varroa. The Old-Varroa needs min. 80 decibels sound pressure. Then it dies after 5-10 days.

Since the old mite can 3-4 times (rarely 5 times) again and again into a new cell, that must Varroa-Sound-Device 40-45 days remain on the hive. This results in an efficiency of about 85-95% depending on the density of the bee.

In the residual mites are too much, apply the Varroa-Sound-Device a second time.

This increases the overall efficiency to approx. 95%.

 

Best regards

Beekeeper Rainer Krüger

 


 

Risultati del test

 

 

Sono titolare personalmente di una grande azienda di apicoltura con circa 1.000 colonie in Sardegna e in Germania e ho ideato il principio della frequenza propria dei corpi con suoni ad alta frequenza. Nell'aprile 2014 abbiamo iniziato la ricerca della frequenza a cui reagivano le api e gli acari. Dovevo dunque trovare quali fossero le frequenze sonore delle api e degli acari. Per le api il trattamento è assolutamente innocuo, senza ripercussioni sulle larve e sulla regina, né sul comportamento delle api.

 

Abbiamo posto delle api in una vetrina, esponendole poi a diverse frequenze. I nostri collaboratori, seduti di fronte, hanno passato in rassegna tutte le frequenze. Nel mentre osservavano il comportamento delle api e degli acari Varroa. Nel nostro esperimento abbiamo constatato che le api reagivano a frequenze tra 2.000 e 8.000 hertz. Oltre i 9.000 hertz le api non presentano alcuna reazione. Gli acari reagiscono nella fascia tra 12.000 e 17.000 hertz. La frequenza ideale è tra 14.000 e 15.000 hertz. Abbiamo inoltre constatato che è decisiva la forma dell'onda. L'onda quadra ha un effetto molto più forte dell'onda sinusoidale. All'interno della covata occorre una pressione acustica minima di 35-40 decibel che provoca la morte degli acari giovani (acari bianchi) entro 2 giorni (la riproduzione viene interrotta). Gli acari vecchi (adulti) richiedono da 80 decibel in su. Anche questi cadono poi nel giro di 2-8 giorni. Ciò significa che, anche mentre gli acari adulti sono nella covata, si trovano in un ambiente protetto, e tutto questo deve essere tenuto presente nel trattamento, specialmente considerando tempo di applicazione e periodo.

 

L'apparecchio viene posto direttamente sui favi, al di sopra della loro sede. Sopra si colloca un telaio vuoto e poi il coperchio. Nella pratica il trattamento va eseguito almeno due volte l'anno. Per il pericolo di reinfezione, tutte le colonie nel luogo di stazionamento devono essere trattate contemporaneamente. Il periodo ideale è quando le colonie stanno su un massimo di due telai, in modo che la pressione sonora possa arrivare fino al telaio più basso. In inverno il grado di efficacia è di oltre il 95%, da febbraio ad aprile del 90% circa, da luglio a ottobre del 90% circa, con un unico trattamento. Ma può anche essere utilizzato, in caso di forte infestazione da Varroa in estate, quando sono ancora montati i favi del miele, perché gli ultrasuoni non danneggiano il miele. Comunque in questo caso il successo del trattamento è solo del 70 %, perché la potenza dei decibel si indebolisce con l'aumentare della distanza dell'apparecchio dal telaio inferiore. Si consiglia di impiegare l'apparecchio immediatamente una seconda volta (dopo aver ricaricato la batteria). In questo modo avremo in totale un grado di efficacia di +/- il 95%. Inoltre è importante trattare le colonie sempre arnia per arnia. Ogni colonia richiede quindi un apparecchio proprio. Se le arnie sono molte, si può utilizzare un apparecchio per due arnie.

 

Nell'apparecchio è integrata una batteria a secco ricaricabile. Una carica è sufficiente per i 40 giorni di durata del trattamento.

 

Nell'ottobre 2016 tutte le serie di esperimenti e i test sui campioni erano conclusi, il nostro Varroa-Killer-Sound era pronto per la produzione in serie e il mio brevetto era stato richiesto. A partire da novembre/dicembre del 2016, dal sottoscritto, da un grosso apicoltore, il Sig. H. J. Morhart di Bad Hindelang, e dal Sig. Dörler, Gesundheitsobmann (Ufficiale Sanitario) del Vorarlberg, è stata effettuata una serie di test con il Varroa-Killer-Sound, indipendentemente gli uni dagli altri in inverno (dicembre/gennaio). In tutti i gruppi i risultati sono stati identici. Le api sono restate indisturbate nel glomere sotto l'apparecchio, assolutamente tranquille e senza dimostrare un aumento di maggior consumo di cibo (non si è neanche verificato uno spostamento delle api verso il fondo).

 

Risultati del Sig. Dörler, Gesundheitsobmann nel Vorarlberg:

 

Quota di caduta degli acari Varroa

Trattamento con Varroa Killer-Sound

Giorno

 

Col. 1

 

Col. 2

 

Col. 3

 

Col. 4

 

Col. 5

 

Col. 6

 

Col. 7

 

Col. 8

 

Col. 9

 

Col. 10

-1

0

0

0

0

0

0

2

0

1

0

-2

0

1

1

0

0

0

0

1

0

1

-3

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1° somma

1

0

0

1

1

1

1

0

0

0

0

0

2

1

1

1

1

0

0

0

0

2

1

2

0

0

0

1

0

0

2

0

3

0

1

0

0

0

0

1

1

3

0

4

0

0

0

0

0

0

0

1

0

1

5

0

0

0

0

0

0

1

3

0

0

6

0

0

0

0

0

0

0

2

2

0

7

0

1

0

0

0

0

0

3

1

0

8

0

1

1

0

0

1

1

0

0

0

9

0

0

0

0

0

0

1

1

2

0

10

0

0

5

0

6

1

2

2

3

2

11

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

12

0

0

0

0

0

0

0

2

0

0

13

0

0

0

0

0

0

0

0

0

1

14

0

0

2

0

0

1

1

0

0

0

15

0

0

2

0

2

0

1

0

1

0

16

0

2

0

0

0

0

0

0

0

0

17

0

0

0

0

0

0

1

0

0

0

18

0

0

0

0

2

0

3

0

0

0

19

0

0

0

0

0

1

0

1

0

0

20

0

0

0

0

0

0

2

1

0

0

21

0

0

2

0

0

0

1

0

1

0

22

0

0

2

0

0

0

0

0

0

0

23

0

0

1

0

1

0

0

0

0

0

24

0

1

0

0

0

0

0

0

0

0

25

0

0

1

0

0

0

1

0

0

0

2° somma

1

9

17

0

0

12

5

16

17

15

5

26

0

0

0

0

0

0

0

0

0

27

0

0

0

0

1

0

0

1

0

0

28

0

1

0

0

0

0

0

0

0

0

29

0

0

0

0

0

0

0

1

0

0

30

0

0

0

0

0

0

1

5

0

0

Somma 0 1 0 0 1 0 1 7 0 0

 

 

Secondo le sue indicazioni, il Sig. Dörler poco tempo prima aveva effettuato un'ottima disinfestazione invernale sulle sue colonie ed era stupefatto che nonostante questo fosse caduta ancora tutta questa quantità di acari. Secondo lui, gli acari dovevano essere quasi assenti. Si presti particolare attenzione alla colonia 8. Il risultato lo ha lasciato molto soddisfatto. Non aveva neanche notato niente di evidente nelle colonie.

 

 

 

Risultati del Sig. H. J. Morhart, grande apicoltura di Bad Hindelang:

 

Giorno

Col. 1

Col. 2

Col. 3

Col. 4

Col. 5

Col. 6

Col. 7

Col. 8

Col.  9

Col. 10

23.12.

1

2

3

4

8

9

11

12

17

18

24.12.

2

3

1

4

9

8

4

3

0

1

26.12.

4

3

2

5

6

5

5

5

2

2

27.12.

2

1

3

4

9

3

8

3

3

4

29.12.

0

1

1

4

5

1

2

2

2

2

30.12.

2

0

0

6

7

2

4

3

4

3

01.01.

1

1

2

5

13

3

11

4

2

1

04.01.

0

2

2

4

8

2

6

4

3

3

07.01.

1

0

1

4

7

1

5

3

2

3

10.01.

0

1

2

3

3

1

3

3

1

3

12.01.

0

0

1

4

1

0

1

3

2

1

15.01.

0

0

0

0

0

0

0

1

0

1

16.01.

0

0

0

0

0

0

0

0

0

0

20.01.

0

0

0

1

2

0

0

1

0

0

Somma

13

14

18

48

78

35

60

47

38

42

 

 

 

Trattamento complementare 20.01.2017 con acido ossalico. Caduta degli acari dopo un totale di 4 giorni

 

Caduta naturale degli acari entro 5 giorni prima del trattamento sulle stesse colonie.

 

 
Acari  N. colonia
1 1
1 2
2 3
2 4
2 5
2 6
3 7
2 8
3 9
1 10

 

È evidente che la disinfestazione invernale funziona benissimo. Le colonie inoltre non avevano più covate, quindi gli acari non potevano neanche trovarvi rifugio. Le api sono rimaste assolutamente tranquille e ferme sotto l'apparecchio.

 

 

Il 01.04.2017 abbiamo impiegato in Sardegna 164 apparecchi Varroa-Killer-Sound, testando in precedenza le colonie con il metodo dello zucchero a velo (che non è molto preciso, ma documenta l'efficacia). Le colonie avevano 5-7 acari per campione.

 

Alla rimozione il 28/29 aprile le colonie sono state nuovamente testate 122 campioni con 0 acari 42 campioni con 1 -2 acari

 

Valore iniziale il 01.04.2017

 

Ø peso api circa 2 kg di api per colonia: campione 50 g = 40 x Ø6 acari = 240 acari

240 acari + 20% imprecisione = 288 acari – inizio (senza acari nella covata)

 

 

Valore al 29 aprile 2017 – solo campioni con acari

 

Ø peso api circa 2 kg di api per colonia: campione 50 g = 40 x Ø 1,5 acari = 60 acari

+ 20% fattore di imprecisione = 72 acari – fine

288 = 100% acari residui = 75% grado di efficacia

 

Con 2 applicazioni: 216 acari (1° applicazione = 75% grado di efficacia) + 54 acari (2° applicazione = 75% grado di efficacia)

 

 

Totale: 270 acari residuo circa 18 acari = 270: 2,88 = circa 94% grado di efficacia.

Campioni di tutte le colonie in totale:

Ø peso delle api circa 2 kg. Api per colonia

campione 50 g = 40 x Ø 0,3 acari = 12 acari

+ 20% fattore di imprecisione = 14,5 acari – fine

288 = 100% acari residui = 95% grado di efficacia con un'applicazione

 

 

Si deve inoltre considerare che per il 50% circa le api che si trovano nei nostri alveari sono api operaie. Il Varroa, che a causa del nostro trattamento ha cessato di alimentarsi e quindi è molto indebolito, durante l'attività di raccolto e volo perde la presa sull'ape. Si può presumere che una parte notevole degli acari vada persa nell'ambiente esterno, fatto che non è tecnicamente misurabile. Si deve inoltre considerare che durante il periodo del trattamento il numero degli acari nella colonia (senza trattamento) sarebbe raddoppiato ogni mese.

 

In 30 colonie di confronto senza trattamento con lo stesso valore iniziale il 29 aprile 2017 si sono rilevati tra 20 e 25 acari per campione.

 

Successivamente 2 serie di test per l'efficacia

 

Impiego di 10 apparecchi Varroa-Sound in Maierhöfen del 23.05.2017 al 1° luglio 2017 (40 giorni). Caduta naturale prima del trattamento 3-4 acari al giorno in media.

Le colonie erano nel pieno della raccolta della melata e avevano 8-10 favi da nido. Non si è riscontrato nessun effetto sul comportamento delle api e sulla covata. Le api avevano ostruito parzialmente gli apparecchi. Questo non ha avuto alcun effetto sull'efficacia. Durante il trattamento le colonie erano su 3-4 telai (1 favo da nido e 2-3 favi da miele). Il 21.06.2017 sono state sostituite le batterie.

Durante il trattamento si è verificata la seguente caduta:

 

N. colonia

Acari caduti durante il trattamento

Acari caduti in 5 giorni con acido ossalico dopo trattamento sonoro

Residuo stimato di acari non caduti con l'acido ossalico

Totale acari

Grado di efficacia

1

578

304

50

932

62%

2

645

365

50

1060

61%

3

572

270

50

892

64%

4

516

264

50

830

62%

5

659

320

50

1099

60%

6

759

390

50

1029

73%

7

524

255

50

1199

44%

8

622

322

50

999

62%

9

497

264

50

811

61%

10

594

295

50

939

63%

 

 

10 colonie di confronto con uguali valori iniziali, non sottoposte a trattamento con l'apparecchio. Durante il trattamento con acido ossalico si è verificata la seguente caduta:

 

A causa del grande quantitativo di acari, il conteggio è stato effettuato con una precisione di +/- 50 esemplari.

 
Acari  N. colonia
1650 1
1550 2
1210 3
1580 4
1450 5
1250 6
1230 7
1350 8
1460 9
1280 10

 

Le colonie di confronto alle stesse condizioni iniziali, dopo il periodo sperimentale, alla disinfestazione residua avevano tra 1.200 e 1.500 acari per colonia (più acari nella covata).

 

 

 

Un apicoltore del Chiemgau ha pubblicato la seguente serie di esperimenti:

 

Nei 5 giorni immediatamente successivi all'impiego del Varroa-Sound-Killer sono caduti 23 acari (Ø 4,6 acari/giorno). L'applicazione è iniziata il 29 aprile. Entità della colonia: 1 favo da nido e 2 favi da miele

Effetti sulle api

Durante il periodo dei test non si è osservato niente di particolare nel comportamento delle api.

 

Effetti sugli acari

Gli effetti sugli acari sono stati osservati solo mediante la diagnosi con telaino test.

Nei primi 3 giorni la caduta degli acari è rimasta bassa, poi però è aumentata lentamente giorno dopo giorno. A partire dal 4° giorno il telaino è stato unto con olio, perché formiche e altri animali si servivano dei detriti (pertanto presumibilmente 0 acari il 4° giorno).

 

Grafik

 

 

 

Milbenabfall mit Varroa-Killer-Sound

Caduta degli acari con Varroa Killer-Sound

Keine offene Brut, nur noch Verdeckelte

Nessuna covata aperta, solo covate opercolate

Brutfreiheit

Assenza di covate

Soundgerät aufgesetzt. 1 Brutraum, ASG, 2 halbe Honigräume

Applicazione apparecchio. 1 favo da nido, griglia, 2 mezzi favi da miele

Königin entnommen

Regina prelevata

3ter HR aufgesetzt (Halbzargen)

Sovrapposto 3° favo da miele (mezzi telai)

Altköniginnen-Ableger

Nuclei con vecchie regine

2 Tage ohne Sound (Akku nachladen)

2 giorni senza Sound (ricarica batteria)

 

 

Durante il test

Nei 42 giorni l'altoparlante è scivolato più volte dalla batteria ed è finito direttamente sui supporti superiori. Questo non ha avuto alcun effetto visibile sul numero delle cadute.

L'11° giorno è stata prelevata la vecchia regina con cui è stato costituito un nucleo. Anche questo nucleo è stato contato tutti i giorni sino alla fine del test ed è riportato in rosso nel grafico che segue. Il nucleo non è stato esposto al trattamento sonoro.

Il giorno 13 è stato posto al disopra un altro mezzo favo da miele. In seguito a ciò il numero degli acari è diminuito nettamente! Evidentemente un favo ulteriore diminuisce notevolmente il grado di efficacia del Sound.

Il giorno 20 è sgusciata una giovane regina, che però è andata persa nel volo nuziale.

A causa della rimozione della vecchia regina al giorno 11, a partire dal giorno 22 non è stato più presente nessun favo aperto, quindi gli acari non hanno avuto più nessuna possibilità di sottrarsi al suono. In seguito la caduta dei Varroa è aumentata di nuovo nettamente.

Il crollo del giorno 30/31 è stato causato da 2 giorni di pausa dell'applicazione del suono. In questi 2 giorni è stata ricaricata la batteria.

Dopo che la colonia è rimasta senza covate a partire dal giorno 36, la caduta degli acari è diminuita nettamente, per ridursi a soli 4 il giorno 42. Con questo si è concluso il test.

 

In totale nei 42 giorni sono caduti 616 acari dalla colonia esposta al Sound.

Dopo il test - Grado di efficacia

 

Nei 5 giorni dopo il trattamento con acido ossalico sono caduti in totale 371 acari.

Anche in assenza di covate un unico trattamento con acido ossalico non basta a liberare la colonia dagli acari. Pertanto si ritiene che attualmente potrebbero essere presenti nella colonia ancora 50 acari circa.

 

 

Ne risulta quindi il seguente grado di efficacia del Varroa-Sound:

acari durante la fase di uso del Sound 616

acari dopo il test con acido ossalico 371

residuo stimato di acari 50

acari in totale 1.037

 

Grado di efficacia: 616 * 100 / 1.037 59% (con 2 applicazioni il grado di efficacia è dell'83% circa)

 

 

Poiché gli acari durante questo lungo periodo si sono ulteriormente riprodotti, una semplice somma non è del tutto esatta, tuttavia dovrebbe essere precisa quanto basta per una valutazione.

 

 

 

Conclusioni dell'apicoltore

 

Il Sound dimostra un effetto assolutamente mortale sugli acari.

Si devono quindi chiaramente contraddire i test di altri apicoltori che non attribuiscono alcuna efficacia al Sound. L'efficacia c'è, solo che (in questo test!) è troppo bassa.

Come indicato dalla home page del venditore, la distanza dalla covata (a causa dei favi da miele) riduce notevolmente il grado di efficacia. Quindi un trattamento durante il raccolto ha un'efficacia limitata.

 

CONCLUSIONI GENERALI

 

Si è dimostrato chiaramente che il periodo ideale è da febbraio a metà aprile e da metà luglio a ottobre. Nel periodo da metà aprile a metà luglio, a causa del volume del bottino e della consistenza della colonia, l'effetto risulta notevolmente ridotto, ma tuttavia sufficiente per allentare la pressione degli acari sulle colonie. Si consiglia l'impiego anche nel periodo senza covate (inverno) in novembre/dicembre a causa dell'ottimo grado di efficacia.

 

Con 1 applicazione l'effetto si dimostra soddisfacente.

 

Con 2 applicazioni eseguite successivamente l'effetto si dimostra ottimo.

 

Questa forma alternativa di trattamento si rivela ormai impossibile da ignorare.

 

Informazione: gli apparecchi sono attualmente testati in forma neutra e indipendente presso il Bayerische Landesanstalt für Weinbau und Gartenbau (Istituto Agrario Bavarese per la Viticoltura e l'Orticoltura) di Veitshöchheim

 

I risultati saranno disponibili probabilmente in agosto/settembre del 2017 e saranno quindi pubblicati.

 

 

Valutazione e giudizio di questa serie di esperimenti

 

Questi risultati coincidono quasi completamente con i primi risultati interlocutori del Bayerische Landesanstalt für Weinbau und Gartenbau (Istituto Agrario Bavarese per la Viticoltura e l'Orticoltura) di Veitshöchheim - Centro specializzato Apicoltura, che in ogni caso aveva utilizzato solo 1 apparecchio. I risultati definitivi di Veitshöchheim con 12 apparecchi arrivano solo a metà agosto e vengono poi pubblicati. In generale l'effetto è considerato buono. Con 2 applicazioni successive ci aggiriamo quindi su un grado di efficacia del 90%, il che è possibile senza problemi perché non pregiudica in alcun modo le api – quindi esplica un effetto ottimale. Si deve inoltre considerare che per il 50% circa le api che si trovano nei nostri alveari sono api operaie. I Varroa, che a causa del nostro trattamento smettono di alimentarsi e sono quindi molto indeboliti, durante l'attività di raccolto e volo perdono la presa sulle api e si può presumere che una parte notevole dei Varroa insediati sulle api vada persa nell'ambiente esterno. Questo fatto, che non è tecnicamente misurabile, aumenterebbe il grado di efficacia. Nel grafico si può vedere ad esempio benissimo che nel giorno 30-31 senza esposizione alle frequenze sonore la caduta dei Varroa si riduceva drasticamente. Questa è un'ottima prova dell'efficacia del Varroa-Killer-Sound. Inoltre con la rimozione della regina (con sciamatura della covata), il numero totale di acari nella colonia può essere calcolato ottimamente per verificare l'efficacia. Tuttavia nella prassi dell'apicoltura questo non è necessario. Inoltre si deve constatare che con uno spessore di 3 e 4 telai la pressione sonora non penetra più a sufficienza nel telaio inferiore e che nella covata opercolata non abbiamo più la pressione sonora di almeno 35 decibel necessaria per gli acari giovani nella covata. Ciò significa che in queste colonie su 3-4 telai si verifica ancora una riproduzione più o meno intensa degli acari. Ciò nonostante, l'effetto complessivo è buono. Questo tuttavia significa anche che l'ideale per la disinfestazione delle colonie è nell'ambito ottimale per colonie su 1-2 telai. Inoltre, non trattando le colonie, per ogni ciclo di trattamento il numero degli acari sarebbe raddoppiato. Al momento abbiamo in uso all'incirca 500 apparecchi che abbiamo impiegato su 2 cicli di trattamento (ogni 30 giorni).

Abbiamo fatto un test con il metodo dello zucchero a velo (che, pur non essendo molto preciso, documenta tuttavia l'efficacia) il 1° aprile su 164 colonie prima dell'impiego del Varroa-Killer-Sound, trovando 5-7 acari per campione. Quando gli apparecchi sono stati tolti il 28/29 aprile, avevamo 122 campioni con 0 acari, il resto con 1-2 acari per campione nelle colonie su 2 telai. Queste cifre significano un grado di efficacia superiore al 90%. Abbiamo colonie vitali e sane con numero ridottissimo o nullo di acari. Normalmente in aprile/maggio si avrebbe un attacco fortissimo di acari, con molte api deformi e già un calo della colonia. Si tenga presente che le nostre colonie sono in Sardegna e abbiamo 4-7 favi da nido in dicembre e 3-4 in gennaio, ossia abbiamo così una riproduzione estrema dei Varroa. Oggi non l'abbiamo più.

Attualmente nella nostra apicoltura sono in uso circa 10.000 apparecchi con ottimi risultati e reazioni.

Questo apparecchio è stato e rimane una rivoluzione nel trattamento degli acari Varroa e continua ad essere il metodo alternativo per combatterli.

Le misurazioni acustiche con queste app sono molto imprecise. La potenza in decibel alla distanza di 2 cm circa è di +/- 100 decibel per tutti gli apparecchi, comunque almeno di 95 decibel.

L'epoca ideale per il trattamento è sempre da febbraio/marzo ad aprile e da luglio/agosto a settembre/ottobre. Anche in inverno si hanno ottimi successi. In questo periodo il grado di efficacia è comunque del 90% circa per ogni ciclo di trattamento. È corretto che per ogni telaio sovrapposto il grado di efficacia diminuisce. Pertanto l'ideale sono 1-2 telai, sebbene si uccidano molti acari anche con un numero maggiore di telai.

 

Cordiali saluti

Il vostro maestro apicoltore Rainer Krüger

Bienen-Varroa-Sound GmbH

Untersteig 3

D-88167 Maierhöfen

Tel.: +49 (0)8383 9292968

info@varroa-sound.de

www.varroa-sound.de

 

01.06.2017

La tabella seguente ci è stata inviata da Daniel, un apicoltore del Baden-Württemberg.

Ha dovuto separare una popolazione sterile che produceva fuchi (29.04). Le api fuoriuscite si sono inserite in una popolazione vicina (popolazione 5) che era stata appena trattata con il Varroa-Killer-Sound. Poiché la popolazione fuoriuscita era fortemente contaminata da Varroa, si è limitato a lasciare l'apparecchio nella popolazione 5. Sono degne di nota le cifre 24 giorni dopo la dissoluzione della popolazione (24. - 26.05.)!

La sua teoria: i Varroa portati con sé dalle api inseritesi nella popolazione si sono nascosti nella covata della popolazione 5, dove sono stati eliminati dal Varroa-Killer-Sound... teoria a cui non possiamo che associarci ;-)

 

Data

Giorno trattamento

Volk 1 Volk 2 Volk 3 Volk 4 (leer) Volk 5 Volk 6 Volk 7 Bemerkung
03.04.17 -2 4 0 2          
04.04.17 -1 3 1 3          
05.04.17 0 6 0 0         Killersoundgerät in Volk 1 eingesetzt
06.04.17 1 0 0 4          
07.04.17 2 1 0 0          
08.04.17 3 3 0 1          
09.04.17 4 8 1 2          
10.04.17 5 1 0 0          
11.04.17 6 1 0 0          
12.04.17 7 1 0 1   5 1 0 3 Neue Völker.
Volk 6 wegen drohnenbrütig abgekehrt und gleich Ableger gebildet
13.04.17 8 0 1 0   15 1 0  
14.04.17 9 0 0 1   21 0 0  
15.04.17 10 1 0 0   16 1 0 Gerät in das neue stark belastete Volk 5 umgesetzt
16.04.17 1 1 1 0   11 1 0  
17.04.17 2 0 1 0   12 1 0  
18.04.17 3 1 0 0   13 3 0  
19.04.17 4 2 0 0   9 1 0  
20.04.17 5 0 0 0   16 4 0  
21.04.17 6 1 0 1   24 12 0 Überraschend, dass bei Volk 6 plötzlich so viele fallen.
Bei Volk 7 Weisellosigkeit festgestellt. Brutwabe (ohne Bienen) aus Volk 5-> Volk 2
22.04.17 7 0 0 1   33 1 0 Zwecks Weiselprobe Brutwabe aus Volk 5 - > Volk 7
23.04.17 8 0 0 0   44 6 0  
24.04.17 9 0 0 0   36 14 1  
25.04.17 10 0 0 4   22 8 0  
26.04.17 11 0 1 1   18 16 0  
27.04.17 12 2 2 0   28 2 1  
28.04.17 13 0 3 1   40 8 0  
29.04.17 14 1 0 1   33   0 Volk 6 war immernoch weisellos und relativ stark Varroabelastet, Volk aufgelöst!
Volk 6 stand unmittelbar neben Volk 5, viele Bienen in Volk 5 eigebettelt, Reinfektion!!!
30.04.17 15 1 1 0,5   25   0 Heute keine Milben gezählt
01.05.17 16 1(2) 1(2) 0,5(1)   25(50)   0(0) Weil gestern nicht gezählt wurde, wird ein rechnerischer Mittelwert angenommen.
In Klammern ist der tatsächlich gezählte Wert
02.05.17 17 2 1 0   24   0  
03.05.17 18 1 0 0   38   0  
04.05.17 19 2 2 0   32   0  
05.05.17 20 0 3 0   30   0  
06.05.17 21 1 0 0   25   0  
07.05.17 22 1   0,5   16   1 Heute keine Milben gezählt
07.05.17 23 (1)2 0 0,5(1)   16(32)   1(2) Weil gestern nicht gezählt wurde, wird ein rechnerischer Mittelwert angenommen.
In Klammern ist der tatsächlich gezählte Wert
07.05.17 24 0 1 2   30   0  
07.05.17 25 0 0 0   54   1  
11.05.17 26 0 1 0   25   1  
12.05.17 27               Urlaub
13.05.17 28                
14.06.17 29                
15.05.17 30                
16.05.17 31                
17.05.17 32                
18.05.17 33                
19.05.17 34                
20.05.17 35               Urlaub Zurück. Varroabrett neu
21.05.17 36 1 0 0   8   0  
22.05.17 37 0 1 0   4   0  
23.0517 38 0 0 0   5   0  
24.05.17 39 0 0 0   59   0 Varroa aus aufgelöstem Volk ging in Dronenbrut, diese ist nun geschlüpft, offensichtlich sind Varroen,
Die in Dronenbrut verdeckelt waren gefallen
25.05.17 40 0 3 0   91   0  
26.05.17 41 0 1 2   86   0  
27.05.17 42 0 1 3   14   0  
28.05.17 43 4 1 1   2   1  
                   
                   

09.05.2017

A partire dal 01.04.2017 nell'apicoltura itinerante Allgäuer Wanderimkerei in Sardegna sono state trattate 164 popolazioni con il Varroa-Killer-Sound.

 

Un controllo del grado di infestazione con il metodo dello zucchero a velo (con 50 g di api) ha dato come risultato 116 campioni con 6 acari, 25 con 5 acari e 23 con 7 acari!

 

Risultato dopo la rimozione dell'apparecchio il 28/29 aprile: 122 campioni con 0 acari, 38 con un acaro e 4 con 2 acari.

Dal 30 aprile vi sono in azione altri 150 apparecchi. Le popolazioni il cui campione conteneva ancora Varroa vengono trattate direttamente ancora una volta...

IMG-20170508-WA0037IMG-20170508-WA0039IMG-20170508-WA0040


 

 

07.03.2017

Dopo che era iniziata la consegna degli apparecchi Varroa-Killer-Sound, hanno cominciato a raggiungerci le prime reazioni di cui naturalmente vogliamo rendere tutti partecipi.

Qui ad es. il commento di un apicoltore professionista di Salisburgo, il sig. Kornbichler (dati per contatto su richiesta).

Le popolazioni hanno superato l'inverno con gradi di infestazione molto differenti, come si può vedere dalle cifre prima dell'inizio del trattamento.

Sebbene gli apparecchi siano stati applicati alle api per due sole settimane, l'effetto è già chiaramente visibile.

 

Data Volk1 Volk2 Volk3 Volk4 Volk5 Volk6 Volk7 Volk8 Volk9 Volk10 Volk11 Volk12 Volk13
                           

Infestazione prima dell'inizio del trattamento

             
08.02.12.02. 6 3 5 10 0 0 2 8 1 0 0 0 0
                           

Infestazione durante il trattamento con Varroa-Killer-Sound

           
13.02.-18.02. 10 5 10 12 3 4 2 6 5 6 0 3 4
18.02.-24.02. 15 30 30 16 1 2 11 12 4 0 0 2 3

 


 

28.02.2017

Nelle ultime settimane ci siamo concentrati sulla messa a punto degli ultimi miglioramenti al prodotto. A metà febbraio abbiamo potuto iniziare le consegne del Varroa-Killer-Sound.

In base all'arrivo degli ordini siamo ora sotto pressione per la spedizione degli apparecchi.

Dalle consegne di metà febbraio (circa 400 apparecchi nel Salzburger Land), lo scorso fine settimana all'API-Expo di Graz abbiamo già ricevuto le prime reazioni positive...

App

App


05.02.2017

La campagna Indiegogo è finita e siamo fieri di poter inviare i Varroa-Killer ai supporter che spaziano dagli USA al Canada, alla Nuova Zelanda, alle Filippine fino a quasi tutti i paesi europei!

A partire da oggi su Facebook sotto "varroasound" pubblicheremo ogni progresso e tutti i risultati dei test che ci saranno inviati...